La Storia

L’idea del “Premio Fedeltà del Cane” nacque nel 1962. Un cagnolino, Pucci, abbandonato dai padroni, giunse a San Rocco e si affezionò subito ai bambini delle scuole elementari. Li aspettava al mattino sul piazzale della Chiesa, li accompagnava a scuola dove attendeva l’ora della ricreazione ed accoglieva festosamente la merenda che i bambini gli offrivano; quindi andava a nasconderne una parte che gli sarebbe servita per il pasto serale. E così ogni giorno, per oltre dieci anni. In memoria del cagnolino il signor  Giacinto Crescini ebbe l’idea di istituire il premio, e parlandone col parroco di allora, don Carlo Giacobbe, riuscì a realizzarlo concretamente, collegando il premio alla Festa patronale di S. Rocco che ha un particolare significato perché S. Rocco è il protettore dei cani. Nacque quindi la manifestazione ed il comitato organizzatore fissò per il 16 agosto 1962 la prima premiazione. Il premio, nato come Regionale, divenne prima Nazionale e successivamente Internazionale e da allora, tutti gli anni, il 16 agosto, giorno di S. Rocco, vengono assegnati i premi fedeltà.

 

Dal 1966 vengono assegnati anche i premi bontà, conferiti a quelle persone che si sono distinte per rilevanti atti di generosità verso i cani e nel 2007, al fine di stimolare la creatività dei bambini e dei ragazzi ed incoraggiare il rapporto che lega i giovani ai loro amici a quattro zampe, è nato il concorso “Un Cane per Amico”, riservato agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado della Città Metropolitana di Genova. Partecipano al concorso anche gli studenti dell'Istituto Comprensivo "A.Casaroli" di Castel San Giovanni e di Sarmato (Piacenza). Nel 1981,  in occasione della XX edizione della manifestazione, nella piazza antistante la Chiesa fu eretto il monumento dedicato al cane. Dal 2015 inoltre, durante la celebrazione della S. messa viene benedetto, per poi essere offerto ai fedeli, il pane di S.Rocco, proveniente dal comune di Sàrmato (Piacenza), dove la tradizione legata alla benedizione del pane del Santo ha origini antiche.

 

Dal 1966 vengono assegnati anche i premi bontà,

conferiti a quelle persone che si sono distinte per rilevanti

atti di generosità verso cani e nel 2007, al fine

di stimolare la creatività dei bambini e dei

ragazzi ed incoraggiare il rapporto che

lega i giovani ai loro amici a quattro

zampe, è nato il concorso “Un Cane

per Amico", riservato agli studenti

delle scuole primarie e secondarie

 di primo grado della Città 

Metropolitana di Genova. 

 Partecipano al concorso

anche gli studenti dell'Istituto 

Comprensivo"A.Casaroli"di

Castel San Giovanni e di

Sarmato (Piacenza).

 Nel 1981, ioccasione

della XX edizione della 

manifestazione, nella piazza 

antistante la Chiesa fu eretto il

monumento dedicato al cane. 

Dal 2015 inoltre, durante la celebrazione

 della S. Messa viene benedetto, per poi essere 

offerto ai fedeli, il pane di S.Rocco, proveniente dal

 Comune di Sàrmato (Piacenza)dove la tradizione legata

alla benedizione del pane del Santo ha origini antiche.

L’idea del “Premio Fedeltà del Cane” nacque nel 1962.

Un cagnolino, Pucci, abbandonato dai padroni, giunse a San Rocco 

e si affezionò subito ai bambini delle scuole elementari.

Li aspettava al mattino sul piazzale della Chiesa, li

accompagnava a scuola dove attendeva l’ora

della ricreazione ed accoglieva festosamente

la merenda che i bambini gli offrivano; quindi

andava a nasconderne una parte che gli

sarebbe servita per il pasto serale. E

così ogni giorno, per oltre dieci anni.

In memoria del cagnolino il signor

Giacinto Crescini ebbe l’idea di

istituire il premio, e parlandone

col parroco di allora, don Carlo

Giacobbe, riuscì a realizzarlo

concretamente, collegando il

premio alla Festa patronale di

S. Rocco che ha un particolare

significato perché S. Rocco è il

protettore dei cani. Nacque quindi

la manifestazione ed il comitato

organizzatore fissò per il 16 agosto

1962 la prima premiazione. Il premio,

nato come Regionale, divenne prima

Nazionale e successivamente Internazionale

e da allora, tutti gli anni, il 16 agosto, giorno

di S. Rocco, vengono assegnati i premi fedeltà.

Statua del Santo nella Chiesa Parrocchiale di

San Rocco di Camogli

"Grotta cara a S.Rocco nei suoi colloqui con Dio"

a Sarmato (Piacenza)